E’ in edicola il numero di settembre della rivista FENIX, diretta da Adriano Forgione.

Ecco le tematiche di questo nuovo ed affascinante numero 47 di “FENIX Enigmi e misteri della Storia e del Sacro”;
Elisa Bosco intervista l’archeologo James Tabor sul ritrovamento, a Gerusalemme, di una tomba appartenuta a primissimi cristiani con ossari del I secolo, in cui è stato identificato il simbolo di Giona che esce dalla balena, allegoria della Resurrezione di Cristo
• Freddy Silva getta luce sul mito dei sette saggi primordiali, costruttori degli antichi templi della conoscenza immediatamente dopo il diluvio
• Robert Schoch, il nostro Scienziato Eretico, propone alcune ipotesi sulla vita dopo la morte e su alcuni fenomeni paranormali
• Claudio Piani esamina la storia degli Zeno, l’antica famiglia di navigatori veneziani che avrebbe raggiunto il Nuovo Mondo un secolo prima di Colombo, insieme a membri degli scozzesi Sinclair
• Franco Chiarulli ci conduce in Puglia, tra i resti di pietra di un’antica civiltà megalitica
• Per “Voci da Mu”, Barry Sivertsen illustra una nuova ipotesi su Atlantide, che vede il suo mito come un’allegoria di particolari antichissimi avvenimenti astronomici
• Sabina Marineo indaga nella tradizione medievale dei Cavalieri del Cigno, la cui simbologia è legata a quella del Sacro Graal
• Mario Krejis prosegue la trattazione dei misteri dell’anima, per la rubrica Ermetismo e Alchimia
• Di Mike Plato è la conclusione dell’analisi della tradizione cristiana relativa al Peccato Originale, iniziata nel numero di luglio
• Alessandro Coscia affronta i segreti misterici e sciamanici di Pitagora e della sua abitazione a Metaponto, divenuta un tempio dopo la sua morte
• Stefano Arcella per la rubrica “Symbolica” descrive i temi e gli intenti del Gruppo esoterico di Ur, guidato da Julius Evola
• Ezio Albrile, nella rubrica “Mondi Gnostici”, tratta della tradizione dei Quattro Re del mondo
• Per “Luoghi Misteriosi”, Isabella Dalla Vecchia e Sergio Succu ci fanno entrare questa volta nel Duomo di Siena, alla scoperta dei suoi misteriosi simboli
• Athon Veggi, per “Scriba degli Dei”, parla del valore della vita e della morte per la tradizione egizia e per la figura di Nikola Tesla.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *