L’ARTISTA GARDENESE DIEGO DEIANA RICEVE IL PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO 2014

Senzanome

L’ARTISTA GARDENESE DIEGO DEIANA RICEVE IL PREMIO NAZIONALE CRONACHE DEL MISTERO 2014

4 Diego Deiana-foto Deiana

Un importante riconoscimento è stato conferito all’artista decoratore e guida escursionistica Diego Deiana, di Santa Cristina in Val Gardena in Alto Adige. Si tratta del Premio Nazionale Cronache del Mistero edizione 2014. Il Premio, patrocinato dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Roma, nonché da diverse associazioni culturali e media nazionali come la Promedia e la PerlawebTV e con la partnership dei website www.luoghimisteriosi.it e www.ilpuntosulmistero.it, è nato per riconoscere il merito di ricercatori, scrittori, editori, registi, giornalisti, artisti ed altre figure professionali impegnate da anni nella trattazione di argomenti che spesso sfuggono all’interesse dei media o vengono trattati senza il necessario approfondimento, con il risultato di accrescere l’interesse e la diffusione di notizie su materie particolari quali l’archeologia, misteri della storia, megalitismo, fenomeni di esopolitica, simbolismo ecc..

new_1 Pavat

Lo staff organizzativo del Premio composto da operatori del mondo dei media a livello nazionale ha affidato la consulenza, il coordinamento e la direzione dell’edizione 2014 allo scrittore Giancarlo Pavat (noto anche in Europa per le sue spedizioni nei Paesi Scandinavi alla ricerca di labirinti preistorici). Pavat ha creato un pool di esperti che ha segnalato diversi ricercatori, scrittori, divulgatori, artisti divisi per categorie ai quali, lo scorso dicembre, nella suggestiva cornice del “Residence Traiano Imperatore” agli Altipiani di Arcinazzo in provincia di Roma, è stato conferito il premio consistente in una targa e una pergamena.

Tra i premiati molti nomi importanti e celebri del panorama dell’editoria e dei media italiani. L’evento della premiazione ha avuto un grande successo di pubblico e di risonanza mediatica, ad esempio ampi stralci sono andati in onda sui telegiornali mediaset.

Per la categoria “Opere d’arte – Installazioni artistiche”, il Premio nazionale Cronache del Mistero 2014” è stato appunto assegnato a Diego Deiana, con la seguente motivazione:

6 Lab davanti alla chiesa SS Cristina e Antonio-foto Deiana 20149 Realizzazione di Diego Deiana 2014

Per la sua attività artistica afferente la realizzazione mediante diverse tecniche, materiali, ambientazioni di opere d’arte riproducenti il simbolo del Labirinto.

Impegno artistico e artigiano ancora poco diffuso in Italia, contrariamente al resto d’Europa, ma che contribuisce sensibilmente alla diffusione della conoscenza e della fruizione del simbolo del Labirinto”.

L’artista gardenese, che ha esposto le proprie opere in numerose mostre oltre che in Val Gardena, anche in Val Badia, a Bolzano, Milano, Firenze, Venezia, Monaco e Dresda, nel suo laboratorio, tra le bellissime opere d’arte, sculture e dipinti a tema religioso e simbolico, ha realizzato anche diversi labirinti artistici.

Anzi, per chi lo desiderasse , realizza anche esemplari personalizzati.

Ovviamente Deiana non ha creato soltanto labirinti di piccole dimensioni, ma pure esemplari grandiosi, allocati nei contesti mozzafiato dei panorami e montagne della sua vallata.

Un grande labirinto pavimentale si trova dal luglio 2014 nella piazza la chiesa dei santi Cristina e Antonio Abate a Santa Cristina, paese dove Deiana vive e lavora.

E’ stato proprio questo esemplare a focalizzare l’attenzione dello staff del Premio Nazionale Cronache del Mistero sull’attività artistica del gardenese. In particolare da parte del consulente e direttore artistico del Premio Giancarlo Pavat, da anni accreditato studioso del simbolo del Labirinto, nonché appassionato alpinista e mante delle Dolomiti.

5 Chiesa SS Cristina e Antonio -BZ-foto Deiana

Pavat scoperta l’esistenza del labirinto di Santa Cristina ha voluto conoscere i lavori di Deiana e li ha segnalati alla commissione selezionatrice del Premio.

Io ovviamente, per questioni di opportunità, non facevo parte della commissione e non votavo, ma sono davvero felice che i membri della stessa abbiano preso in considerazione la mia segnalazione e che abbiano ritenuto meritevole dell’importante riconoscimento un artista come Deiana” ci ha spiegato Pavat da noi intervistato “L’artefice del labirinto è un doratore e pittore d’arte, oltre che guida escursionistica, classe 1971, nativo di Santa Cristina in Val Gardena

È stato lo stesso Deiana a spiegare a Pavat come è nata l’idea del Labirinto.

Già tre anni fa avevo parlato con il sindaco Eugen Hofer per realizzare un labirinto a Santa Cristina. L’idea era piaciuta. Poi questa primavera (del 2014 NDR), dopo la riuscita della mostra sui labirinti di diverse dimensioni, colori, dorature e materiali, da me realizzati, si è deciso di rifare la piazza con un labirinto”.

Pavat che è uno dei massimi esperti italiani di labirinti, spiega che “indubbiamente il labirinto di Deiana è ispirato ai modelli medievali anche se non si tratta né di uno “Chartres-type”, né di un modello “Otfried”, come quello, ad esempio, miniato su un manoscritto del tardo XII secolo, conservato a Regensburg in Germania”.

Non c’è un motivo particolare che ha influito in questa scelta” ha raccontato Deiana “A me piace molto questo modello e mi sembrava anche ideale per il piazzale”.

Il labirinto nella piazza della chiesa dei santi Cristina e Antonio Abate ha 10,5 metri di diametro, le circonferenze sono in marmo bianco e i sentieri e il resto del piazzale in porfido grigio.

Ma non è finita. Infatti Deiana ha realizzato un secondo labirinto in Val Gardena. Al Monte Pana con alle spalle l’imponente gruppo dolomitico del Sassolungo (Saslonc in ladino, Langkofel in tedesco).

8 Lab di Monte Pabna - foto Deiana 2014

La località di Monte Pana in Val Gardena è una vero e proprio Paradiso non solo per gli amanti delle escursioni nei boschi o delle “vie ferrate”, oppure dei giri in mountain bike, ma pure per gli appassionati d’inverno dello sci alpino e nordico” ci ha spiegato Pavat che conosce molto bene quelle montagne e che tratterà dei labirinti gardenesi in un suo libro di prossima pubblicazione “Guida ai labirinti d’Italia” “In questo contesto, immerso nella incomparabile natura delle Dolomiti, Diego Deiana ha terminato di realizzare nell’ottobre del 2014 un altro labirinto circolare unicursale”

Per realizzarlo sono state impiegate tre persone e una piccola ruspa e ci sono voluti quattro giorni. Ma lasciamo che sia lo stesso artista gardenese a descriverci il suo labirinto.

Il labirinto è costruito all’interno di un percorso che si chiama “Panaraida”. Esso richiama tante famiglie per passare qualche ora nella natura. Oltre il labirinto ci sono ancora altre attrazioni e giochi per bambini. Tutto ciò è stato costruito dal associazione turistica di Santa Cristina”.

Il disegno del labirinto al Monte Pana, dal centro fino alla quinta circonferenza è uguale a quello di Santa Cristina che però è più grande e ha sette circonferenze (più quella centrale NDR). Chi vi cammina deve passare sul “Filo di Arianna”, cioè sui tronchi di larice piantati nel terreno” proisegue Deiana “I tronchi sono 263, con diametri da 30-45 cm e con una altezza che fuoriesce del terreno di 25-45 cm. Il centro del labirinto è costituito da una piattaforma alta 1 metro e di 120 centimetri di diametro”.

Insomma, come hanno correttamente evidenziato i membri della commissione giudicatrice del Premio Nazionale Cronache del Mistero, Diego Deiana è riuscito davvero a contribuire alla diffusione della conoscenza del simbolo del Labirinto, rendendolo fruibile a tutti, grandi e piccini, esperti e semplici curiosi. Inserendolo in un contesto naturalistico e paesaggistico che non ha uguali e che contribuisce all’elevazione non solo del fisico ma soprattutto dello Spirito.

LA REDAZIONE

Digital

Per chi volesse contattare Diego Deiana per conoscere e acquistare le sue vere e proprie opere d’arte, ecco alcuni indirizzi e recapiti:

Diego Deiana, via Mulin d’Odum n. 46, 39047 Santa Cristina Val Gardena (BZ)

0039 0471 793457, 0039 335 7045112,

www.diego.deiana.lvh.it;

d.diego@web2net.it;

Condividi il nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *