MICROCROLLI ALL’ACROPOLI DI ALATRI. IL MONUMENTO MEGALITICO E’ IN PERICOLO?

new_PORTA MAGGIORE ACROPOLI DI ALATRI 1

“SICURAMENTE I “MICROCROLLI” SONO DOVUTI AL CEMENTO CHE IMPEDISCE ALLE PIETRE DI MUOVERSI IN caso di TERREMOTI. Comunque anche il gelo potrebbe influire, la prima cosa da fare è sensibilizzare chi di dovere affinchè si facciano dei MICROINTERVENTI di consolidazione”.
(Ornello Tofani)

new_SFALDAMENTO

MICROCROLLI ALL’ACROPOLI DI ALATRI. IL MONUMENTO MEGALITICO E’ IN PERICOLO?
Nei giorni scorsi, dall’architrave monolitico della Porta Maggiore dell’acropoli di alatri (FR) si sono staccati alcuni pezzi di roccia.
Al momento è sconosciuto la causa dei microcrolli, ma probabilmente è suonato il campanello d’allarme in merito alla conservazione dell’incredibile e misterioso monumento
Il primo a raccogliere il grido d’aiuto che sembra giungere dalle vetuste vestigia è stato il ricercatore Ornello tofani.

Ecco il suo appello.

“Dopo il crollo recente di frammenti dell’architrave della Porta Maggiore di Alatri, fino a quando si dovrà attendere perché, chi di dovere, intervenga sollecitamente?
Purtroppo non è l’unico punto critico della cinta poligonale dell’acropoli: e nella zona delle nicchie?
Sono state osservate attentamente? E i blocchi che formano gli stipiti della porta Minore?
Anche qui ci sono pericolosissime fratture preannuncianti sfaldamenti e crolli.
Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro? Crolli più consistenti che arrecchino danni irreparabili?
Auspichiamo l’impegno di tutte le forze politiche della nostra Città, in collaborazione con gli esperti della Soprintendenza ai beni archeologici.
Nella loro solenne fragilità, le nostre mura domandano aiuto!”

(Ornello Tofani – ornellotofani@libero.it)

new_SFALDAMENTO2

Condividi il nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *