TREVI NEL LAZIO – IN MOSTRA PRESSO IL CASTELLO CAETANI UNA RACCOLTA DI REPERTI ARCHEOLOGICI RECUPERATI DALLA GUARDIA DI FINANZA

 20150121_174747

Inaugurata lo scorso 13 dicembre 2014, presso il Castello Caietani (noto anche come “Castello dei Templari”) di Trevi nel Lazio (FR), una interessantissima mostra di reperti archeologici recuperati dagli uomini del GRUPPO TUTELA PATRIMONIO ARCHEOLOGICO della GUARDIA DI FINANZA, guidati dal T.Col. Massimo ROSSI.

2 Giancarlo Pavat a colloquio con il T Col Rossi 13-12-14

Reparto che soltanto negli ultimi due anni ha recuperato oltre 300mila manufatti di interesse archeologico e 86 dipinti trafugati; un patrimonio culturale e artistico inestimabile restituito alla fruizione di tutti i cittadini.

Compito del GRUPPO TUTELA PATRIMONIO ARCHEOLOGICO della GUARDIA DI FINANZA è quello di prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio culturale italiano.

L’importanza di questo compito d’istituto e del materiale recuperato è evidenziato proprio da questa mostra allestita presso il Castello di Trevi nel Lazio, intitolata Aqua et Fontes- La strada azzurra verso Roma, e organizzata dal Comune di Trevi nel Lazio, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, con il patrocinio della Regione Lazio e la collaborazione della Società cooperativa “Il Betilo”.

Le sale del castello adibite ad ospitare questi ed altri reperti costituiscono il “Museo Civico Archeologico “Domenico Antonio Pierantoni””, oggi parte dell’Organizzazione Museale Regionale e del Sistema Museale Territoriale dei Monti Prenestini e Valle del Giovenzano.

1 Libro 13-12-14

In occasione dell’inaugurazione della mostra, è stato presentato anche l’omonimo volume “Aqua et Fontes- La strada azzurra verso Roma”.

Di seguito proponiamo il video, ripreso dalle telecamere di PerlaWebTv, inerente l’inaugurazione con l’intervista esclusiva al T. Col. Massimo Rossi.

Condividi il nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *