“Salviamo il Cristo nel Labirinto”: Lettera dell’architetto Giancarlo Marovelli al sindaco di Alatri!

Architetto Giancarlo Marovelli di Lucca

Su gentile concessione dell’architetto Giancarlo Marovelli di Lucca, pubblichiamo integralmente la lettera, con la quale ha offerto gratuitamente il proprio aiuto al sidnaco di Alatri, per valutare i danni subiti dall’affresco del “Cristo nel labirinto” dopo l’allagamento di settembre.
(nella foto l’architetto Giancarlo Marovelli)

“Dott.Arch.Giancarlo Marovelli

Via Privata di Canteo n.6
55051 Barga – Lucca – Italy
tel-: +39 0583 724464 – fax +39 0583 710642
cell./mobile: +39 3470036301
Web site: www.giancarlomarovelli.it
PEC: marovelli.giancarlo@pec.architettilucca.it

Barga, 02 novembre 2013

Egr. Sig.
Sindaco del Comune di Alatri
Piazza S.Maria Maggiore n.1
03011 Alatri
segreteria.sindaco@comune.alatri.fr.it

Egr. Sig.
Riccardo Strambi
e p.c. Piazza S.Maria Maggiore n.1
03011 Alatri
riccardo.strambi@comune.alatri.fr.it

Egr. Sig.
Antonio Agostini
e p.c. Palazzo Conti Gentili
03011 Alatri
culturaeturismo@comune.alatri.fr.it

Egr. Sig. Massimiliano Pistilli
e p.c. massimilianopistilli@alice.it

OGGETTO: Affresco del Cristo nel Labirinto di Alatri.

Egregio Sindaco Morini, sono l’Arch.Giancarlo Marovelli di Barga (Lu), sono stato ospite l’anno scorso nella vostra bellissima città di Alatri, tra i vari monumenti presenti sul vostro territorio, ho potuto vedere il celebre affresco del Cristo nel Labirinto, un capolavoro di una bellezza unica. Vengo a conoscenza, attraverso la stampa ed il web, che l’affresco è stato gravemente danneggiato da copiose infiltrazioni penetrate attraverso i locali dell’ex tribunale, che hanno degradato in maniera vistosa l’affresco e l’apparato iconografico affrescato nel cunicolo.
Alla luce di quanto sopra, essendo tecnico certificato di liv.II nel settore termografico ingegneria civile (n. abilitazione 13/BO/MMA/mp/01098C), mi rendo disponibile, gratuitamente, ad una verifica delle condizioni dell’affresco, in modo da valutare attraverso la strumentazione in mio possesso, le reali condizioni dei locali, la percentuale di umidità delle pareti ed il grado di infiltrazione che ha interessato l’affresco ed i locali attigui.
Sono rattristato da questa situazione e spero che il mio appello venga raccolto dalla S.V., in modo da valutare celermente le problematiche sopracitate, in modo da non perdere quest’opera unica al mondo, il Cristo nel Labirinto di Alatri.

Tanto dovevo.

Distinti saluti.

(f.to Dott.Arch. Giancarlo Marovelli)”

Condividi il nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *