Un capitolo dimenticato della storia di Sora; il Battaglione Allievi della Guardia di Finanza

PRESENTATO IL LIBRO “FIAMME GIALLE. STORIA DEL BATTAGLIONE ALLIEVI SORA E DEL PALAZZO DEGLI STUDI”.

La storia di un territorio, di un paese, di una città,  è fatta da tanti elementi. Tanti tasselli, tessere di un mosaico più vasto che, soltanto se vengono tutte recuperate e inserite al loro posto, consentono di gettare nuova luce sui tanti aspetti misteriosi e dimenticati della Storia.  Sia quella con la maiuscola che quella (ritenuta a torto minore) relativa a una singola localita’. Permettendo di avere una visione d’insieme più chiara e di riconsegnare alle nuove generazioni un passato che altrimenti sarebbe sprofondato per sempre in un nero pozzo senza fondo.

Ben vengano, quindi, lavori che fanno conoscere frammenti dimenticato della storia di un luogo. È il caso del libro “Fiamme Gialle. Storia del Battaglione allievi “Sora” e del Palazzo degli Studi” , scritto dal maggiore della Guardia di Finanza Diego Morelli e dallo storico sorano Rodolfo Damiani, ed edito dal Museo Storico della Guardia di Finanza, il cui Presidente è il Gen CA (ris) Flavio Zanini.

Il volume è stato presentato lo scorso lunedì,  17 dicembre 2018, presso l’Aula Magna del plesso “G. Rosati” dell’Istituto Comprensivo 1 di Sora,  sul Lungoliri Simoncelli.  Ovvero, proprio nel Palazzo che ospitò ‘ negli anni ’50 il Battaglione Allievi della Guardia di Finanza.

Presenti all’evento, oltre gli autori, anche il Prefetto di Frosinone Ignazio Portello,  del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Col. Alessandro Gallozzi,  il Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza,  nonche’ apprezzato storico e scrittore, maggiore Gerardo Severino, il Sindaco di Sora arch. Roberto De Donatis,  numerose autorità civili e militari della citta’ e della provincia di Frosinone, e i ragazzi dell’Istituto Comprensivo che hanno intonato l’Inno Nazionale.

Il Museo Storico della Guardia di Finanza, rappresentato al tavolo dei relatori a Sora, appunto,  dal suo Direttore, il maggiore Severino, e presso i cui archivi sono state svolte diverse e approfondite ricerche che hanno permesso la nascita del volume, non ha solo curato  la pubblicazione.  Ma ha voluto fare apporre presso l’ingresso della Scuola, una targa marmorea  per ricordare il Battaglione Allievi di Sora e tutti coloro che ne fecero parte in quegli anni lontani e che contribuirono (come hanno sottolineato gli autori del libro)  alla rinascita dela città dopo la tempesta della Seconda Guerra Mondiale.

LA REDAZIONE.

 

 

Condividi il nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *