Due ricercatori filmano all’alba uno “Yowie,” lo Yeti australiano……..prova definitiva o ennesima bufala?

I ricercatori Jason Heal e Jason Dunn

(nella foto: i due ricercatori Jason Heal e Jason Dunn nella foresta australiana).

Camberra (Australia) – L’ultima dalle immensità dell’Australia: due “Cercatori di Yowie” affermano di essere riusciti a filmare la misteriosa creatura scimmiesca imparentata con il Bigfoot americano e lo Yeti dell’Asia centrale.

Da tempo (secondo alcuni sin dal XVIII secolo) circolano in Australia leggende e notizie su presunti avvistamenti di un misterioso essere antropoide simile ad una gigantesca scimmia che vagherebbe per le foreste e lo sterminato “bush” australiano, soprannominato “Yowie”. Sarebbe la versione degli antipodi dei più famosi “Yeti” e “Bigfoot”.
In realtà gli zoologi hanno sempre negato la possibilità che esista in Australia una grande scimmia antropomorfa. Le supposte “prove” (ciuffi di peli e calchi di impronte, per non parlare degli avvistamenti) sono sempre state scartate e ritenute o falsi o comunque irrilevanti e poter affermare con certezza l’esistenza dell’elusiva creatura.

Addirittura, alcuni ufologi, l’hanno messa in relazione con avvistamenti di Ufo ed hanno ipotizzato (senza il minimo straccio di prova, ovviamente) che possa trattarsi di un extraterrestre o entità extradimensionale.
Insomma ce n’è per tutti i gusti.

Ora sembrerebbe che, finalmente, ci si trovi davanti ad un elemento concreto, anzi secondo i ricercatori che sono riusciti ad ottenerla, sarebbe la “prova definitiva” dell’esistenza della misteriosa ed inquietante creatura.

Il fatto è avvenuto lo scorso aprile e a darne notizia dall’Australia sono stati diversi website, tra cui il “Mail on line News” con un articolo firmato da Taylor Auerbach.

Due amici australiani, Jason Heal e Jason Dunn, che si autodefiniscono “Cercatori di Yowie”, il 5 aprile 2014 hanno pubblicato sul proprio account YouTube, le immagini si una strana creatura con gli occhi ardenti soprannominata “Visitatore del mattino”.

I due hanno dichiarato che lo Yowie è stato attirato davanti alla fotocamera utilizzando mediante un mucchio di mele!
Neanche a dirlo il video ha suscitato un vero vespaio di pareri contrastanti nella comunità online dei “Cacciatori di Yowie”.

Taylor Auerbach nel suo articolo “Hunters claim to have captured Bigfoot’s Australian cousin downunder”, ha spiegato che il video, piuttosto sgranato, “è stato girato di primo mattino nel South Queensland il 29 marzo”.
Secondo Jason Heal e Jason Dunn questa è la prova di un Yowie che vaga nel sud del Queensland

“Inoltre sono convinti che lo Yowie fosse un maschio. Heal ha dichiarato che lui e il suo socio hanno speso migliaia di dollari nella caccia agli “Yowies” nel “bush” australiano e hanno descritto gli umanoidi pelosi come “creature molto intelligenti”.

“Il loro video” prosegue Auerbach “è stato finora (fino all’8 aprile NDA) osservato più di 9.000 volte. E ‘solo l’ ultimo di una serie di clip con cui la coppia ha raccolto più di 1 milione di visualizzazioni su YouTube e ispirato un articolo sul sito Cryptozoology News.

Qualche ricercatore e zoologo ha fatto notare che l’essere vivente filmato dai due australiani potrebbe sembrare un bradipo, quindi un animale ben noto alla scienza.
“Anche se la creatura sul video assomiglia certamente un bradipo, questi animali non sono nativi delle regioni dell’Australia ed è illegale averli come animali domestici”.

Quindi, il dibattito sul fatto che il video di Jason Heal e Jason Dunn mostri davvero un grande scimmione non identificato rimane aperto.
“Ma i lettori” conclude Taylor Auerbach “non sono così sicuri, in tanti hanno espresso il proprio scetticismo sulla visione a raggi infrarossi girata alle 03:27 “.
In molti, infatti, hanno ipotizzato che si tratti di uno scherzo, della solita bufala, di qualcuno che indossava un costume. Non sarebbe la prima volta.

Michael Bachman, stimato e serio direttore di Cryptozoology News, ha dichiarato a “MailOnline”: “A questo punto non abbiamo idea se il video sia reale o una bufala , ma certamente ha affascinato alcuni spettatori”.
Ovviamente i commenti e queste dichiarazioni da una fonte tanto autorevole non hanno fatto piacere ai due Jason.

I quali, riferisce Auerbach “hanno detto di aver investito tempo e denaro nella loro caccia di prove sull’esistenza della versione australiana del Sasquatch”
Con questo nome i nativi americani chiamano da sempre una misteriosa creatura scimmiesca che abiterebbe le immense foreste e montagne dell’America settentrionale, negli Stati Uniti e nel Canada.

“Chiunque sta impazzendo, dicendo che è una bufala” è sbottato Jason Heal “Date loro qualcosa di reale e tutti girarci intorno dicendo che è un falso….. sappiamo che esistono, abbiamo fatto abbastanza ricerca”.

Ovviamente ci sono parecchi fans del duo Heal e Dunn che, invece, sono convinti della genuinità del video e ritengono che abbiano filmato davvero uno Yowie.
Ovviamente, come sempre accade nei casi di animali misteriosi, detti “criptidi”, solo uno studio secondo rigorose metodologie scientifiche potrà, un giorno, mettere la parola fine su questo ed altri simili ed affascinati enigmi.
Ma il fascino del Mistero sta proprio nel fatto che è un Mistero. Non sempre la soluzione è altrettanto affascinante.

Giancarlo Pavat per “Il Punto sul Mistero”.

Fonte: “Hunters claim to have captured Bigfoot’s Australian cousin downunder” by Taylor Auerbach – Mail on line News. 8 aprile 2014.
L’articolo originale in lingua inglese è ancora visibile su internet:
www.dailymail.co.uk/news

Yowie

(i frame del video di Heal e Dunn in cui si vede una misteriosa creatura).

Yowie - Copia

Yowie - 8 aprile 2014

Condividi il nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *