Restauro dell’affresco del Cristo nel Labirito ad Altri, il plauso di Giulio Rossi

Dal dottor Giulio Rossi, già assessore alla cultura di Alatri, riceviamo e pubblichiamo.
“Con immenso piacere che ho appreso della imminente inaugurazione del restauro del famoso affresco del Cristo nel Labirinto situato all’interno del chiostro di San Francesco.
La soddisfazione nasce dall’apprendere che finalmente giunge a conclusione una delle opere più’ importanti programmate e seguite passo passo dalla precedente amministrazione comunale, di cui ho fatto parte, conscia del grande prestigio che poteva venire alla città’ e alla cittadinanza dall’opera unica nel suo genere e che tanto interesse ha suscitato sia negli organi di informazione (e mi piace ricordare il prestigio di trasmissioni televisive di grande impatto e audience come la trasmissione di Rai2 “Voyager” di Roberto Giacobbo, e di riviste nazionali come “Fenix” diretta da Adriano Forgione, che più’ volte si sono occupate della nostra città’ e del dipinto in oggetto) che in tanti studiosi della materia sia italiani che stranieri.
Un ricordo quindi dell’impegno mio personale e della precedente Giunta a cui si deve questo risultato e un grande grande grande grazie in particolare a due persone che si sono prodigate per far sì che questo risultato fosse raggiunto
Mi riferisco chiaramente a Giancarlo Pavat, il cui interesse, studio, passione, partecipazione hanno dato l’imput all’inizio di questa storia, e alla dottoressa Graziella Frezza della Soprintendenza, senza il cui impegno personale, da grande cultrice dellle bellezze di Alatri, unite alla straordinaria passione per questa città, hanno consentito che si arrivasse ad un risultato straordinario come quello a cui stiamo per assistere .
Un invito alla nuova Amministrazione Comunale affinchè, anche con l’ausilio delle persone prima citate, possa rinnovare la possibilità di richiamare in città le troupe televisive già in passato presenti, per continuare su una strada di pubblicizzazione e valorizzazione già abbondantemente avviata”.
Dott. Giulio Rossi.

Condividi il nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *