SPECIALE INAUGURAZIONE SENTIERO DI DANTE SUL MONTE CACUME. Presentato il Progetto al Palazzo della Provincia di Frosinone . Sabato 26 marzo 2022.

Immagine di apertura: il tavolo dei relatori alla presentazione del Progetto “IL SENTIERO DI DANTE” sul Monte Cacume. Sabato 26 marzo a Frosinone (foto Marisa D’Annibale).

 

Sabato 26 marzo, presso il Palazzo dell’Amministrazione Provinciale a Frosinone, si è tenuta l’attesissima Presentazione del progetto del “Sentiero di Dante” sul Monte Cacume.

Intervenuti oltre al sindaco di Patrica Lucio Fiordalisio, ideatore del “progetto visionario”, il ricercatore storico e scrittore Giancarlo Pavat consulente storico-scientifico del progetto, l’artista Cesare Pigliacelli, consulente artistico, Nello Pallotta presidente dell’Associazione “L’orchidea”, Pierluigi Pallotta, consigliere comunale delegato alla promozione dei sentieri, Direttore dell’Accademia delle Belle arti di Frosinone Loredana Rea.

Immagine sopra: il salone del Palazzo della Provincia di Frosinone, sabato 26 marzo 2022 (foto Giancarlo Pavat). 

Gli interventi sono stati moderati dalla professoressa Anna Petrucci, consigliere delegato alla cultura. Mentre egli intermezzi musicali sono stati eseguiti dal Trio Neos Kronos.

Immagine sopra: il sindaco Lucio Fiordalisio con il Senatore Massimo Ruspandini (foto Cesare Pigliacelli).

L’idea di dedicare il percorso su Monte Cacume a Dante Alighieri nasce esattamente 4 anni fa” ha spiegato Lucio FiordalisioNon è stato facile, lo ammetto.

Le condizioni climatiche, la Pandemia, le difficoltà logistiche per trasportare tutto il materiale sulla Montagna hanno rallentato la nostra azione ma nel frattempo, quasi disinteressandosi del nostro crono-programma, il connubio tra Cacume e Dante si manifestava in tutta la sua potenza suscitando interesse e curiosità, giorno dopo giorno.

Immagine sopra: il sindaco Lucio Fiordalisio con l’artista Cesare Pigliacelli (foto Cesare Pigliacelli).

Diventando meta fissa di tutti i calendari escursionistici nel Lazio.

Venendo selezionato tra i 70 progetti in Italia dal Ministero dei Beni Culturali e Poste Italiane.

Frequentato da turisti inglesi, islandesi, tedeschi.

Inserito nei calendari didattici di tante scuole della Provincia.

E poi le iniziative dei Comuni limitrofi sul Sentiero e di tante associazioni di Trekking.

Sono sempre stato convinto delle grandi potenzialità dell’opera e delle molteplici opportunità turistiche, ricettive, culturali, naturalistiche per il nostro territorio.

Immagine sopra: Giancarlo Pavat durante il suo intervento al Palazzo della Provincia di Frosinone, sabato 26 marzo 2022 (foto Marisa D’Annibale).

Il mio ringraziamento va a chi ci ha sempre creduto con passione e determinazione: all’incredibile energia dell’Associazione l’Orchidea, a Pierluigi Pallotta, Cesare Pigliacelli, Giancarlo Pavat, Adriano Rotondi, ai Consiglieri di Maggioranza del primo e secondo mandato, agli sponsor, gli Uffici Comunali e tutti i volontari che ci hanno sostenuto.

Immagine sopra: Pierluigi Pallotta durante il suo intervento al Palazzo della Provincia di Frosinone, sabato 26 marzo 2022 (foto Marisa D’Annibale).

Ringrazio anche le critiche costruttive perché ci hanno stimolato a fare bene e meglio nel rispetto della montagna.

Io credo che Patrica abbia un’opportunità importante, e cioè di mettere a sistema le grandi potenzialità turistiche, ricettive, culturali e naturalistiche che garantisce il Sentiero di Dante, una visione di sviluppo possibile solo attraverso il coinvolgimento di tutti gli operatori locali. Questo sarà il prossimo obbiettivo”.

La montagna di Patrica è lì da sempre sotto gli occhi di tutti. La Divina Commedia l’hanno, chi più chi meno, studiata in molti. Occorreva la buona politica” ha sottolineato nel proprio intervento il Senatore della Repubblica Massimo Ruspandini “per legare e creare quello che da oggi è realtà: il sentiero di Dante dove Cacume diventa la montagna del Purgatorio da scoprire e visitare. Serviva un primo cittadino come Lucio Fiordalisio, sindaco di Fdi, e lo dico anche con un pizzico di commozione perché è mio cugino, per realizzare un progetto del genere. Un ringraziamento anche al ricercatore storico Giancarlo Pavat, che da anni collabora con me. Lo presentai a Lucio 4 anni fa e ora invito tutti a vedere a Patrica cosa hanno combinato”.

Immagine sopra: da sx, Marisa D’Annibale, Giancarlo Pavat, Teresa Ceccacci, Beppe Donvito e il sindaco Lucio Fiordalisio. Sotto: Cesare Pigliacelli e Giancarlo Pavat.
Immagine sopra: il salone del Palazzo della Provincia di Frosinone, sabato 26 marzo 2022 (foto Giancarlo Pavat). 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.