Ceccano: La magia della Lancia di luce del Solstizio d’Inverno nella chiesa di S. Nicola; di Roberto Adinolfi

 

 

 

LA MAGIA DELLA LANCIA DI LUCE DEL SOLSTIZIO D’INVERNO NELLA CHIESA DI SAN NICOLA A CECCANO

di Roberto Adinolfi 

Come ogni anno durante il Solstizio d’Inverno, ancora una volta  un raggio di luce ha indicato la via verso il Portale dell’antica chiesa di San Nicola a Ceccano (FR).

Un fenomeno scoperto solo in tempi recenti e denominato “Lancia di Luce” un fenomeno casuale o deluberatamente studiato e voluto da sapienti costruttori?

Il Solstizio d’Inverno ha un significato molto importante per il ciclo delle stagioni.

Rappresenta da sempre la rinascita della Luce che vince l’oscurità. La Vita che trionfa sulla Morte. Proprio durante la notte più lunga gli antichi accendevano fuochi nella speranza di tornare a vedere il sole.

La particolarità del fenomeno a cui assistiamo nella chiesa di San Nicola a Ceccano possiede molti spunti interessanti.

Il primo è quello dell’ingresso stesso della chiesa posizionato sul lato sinistro della stessa (posizionandosi con le spalle all’altare):

– alcune fonti ipotizzano che l’ingresso sia stato spostato;

– ad un osservatore più attento non può sfuggire, invece, che viste le caratteristiche costruttive della chiesa non è possibile e le recenti operazioni di restauro del portale hanno confermato che quella attuale è la posizione originale dell’ingresso.

Sul portale della chiesa di San Nicola andrebbero fatti molti approfondimenti date le numerose simbologie presenti (magari saranno oggetto di un prossimo articolo)  e grazie al restauro compiuto degli ultimi anni la chiesa è tornata al suo antico splendore.

Immagine sopra: il Portale d’ingresso della chiesa di San Nicola a Ceccano.

Un ulteriore approfondimento va fatto sulla posizione della chiesa, proprio nella parte da cui entra il fascio di luce si trovano tratti ancora visibili delle antiche mura megalitiche di Ceccano. Posizionate proprio sotto la parete della chiesa. Quelle stesse mura conosciute da pochissimi ma ben visibili proprio sotto la parte esterna di San Nicola.

Questi sono i tre elementi protagonisti del nostro fenomeno: Mura megalitiche, Portale della chiesa e Solstizio d’Inverno.

(Roberto Adinolfi)


Alcune suggestive immagini del fenomeno della “Lancia di Luce” nella chiesa di San Nicola a Ceccano (FR).

  • Tutte le immagini sono state fornite dall’autore.
Spread the love

2 commenti:

  1. Il motivo di tale culto deriva proprio dalla data della festa, il 24 giugno, giorno vicino al solstizio d’estate (20 o 21 giugno) nel quale il sole e al culmine nell’apogeo. Complementare a questa consuetudine e quella di ricordare Giovanni apostolo ed evangelista, la cui festa ricorre il 27 dicembre, giorno vicino al solstizio d’inverno (21 o 22 dicembre, pochi giorni prima del Natale). Nel simbolismo ermetico, i solstisti rappresentano porte aperte per gli uomini fra mondo terreno e mondo ultraterreno: d’inverno, verso l’alto, con la preghiera di auspicio della Luce, e d’estate verso il basso, con la fioritura e la maturazione dei frutti della terra, che completano l’attuazione del ciclo biologico La morte per decapitazione ha fatto si che Giovanni Battista sia noto anche come “san Giovanni Decollato”.

  2. Rev. Dott. Corrado Yuimakitsu Cameroni

    Niente è per caso. Vi è una Intelligenza Cosmica, un sé divino, di cui noi tutti, essere umani, animali e altre individualità, facciamo parte. Questa è Gioia e Gloria. Namu Amida Butsu Namu. Rev. Dott. Corrado Yuimakitsu Cameroni prete buddhista di Scuola giapponese. Jodo Shinshu. Novara. Ex Oriente Lux ex Occidente Dux. ️‍⛩️☸️☯️☮️️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *