Trieste, dal 29 ottobre, LA GUARDIA DI FINANZA NELLA GRANDE GUERRA. DA BRAZZANO SULLO JUDRIO A TRIESTE.

  1. Il Museo Storico della Guardia di Finanza e l’Ente Regionale per il Patrimonio Culturale – ERPAC della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia hanno realizzato a Trieste,  presso il Magazzino delle Idee, la mostra a carattere storico – culturale: “La Guardia di Finanza nella Grande Guerra. Da Brazzano sullo Judrio a Trieste”. 

La mostra, che sarà inaugurata il 29 ottobre 2018, alle ore 11:00, e avrà luogo fino al 25 novembre 2018, rientra nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari
di interesse nazionale – che ha concesso l’utilizzo del relativo Logo ed ha ricevuto il patrocinio del Comune di Trieste.
Il percorso espositivo, partendo dal “primo colpo di fucile” della Grande Guerra sul fronte italiano, esploso da due Finanzieri, Pietro dell’Acqua e Costantino Carta, nella notte tra il 23 e il 24 maggio 1915, a Brazzano sullo Judrio, intende illustrare il ruolo del Corpo nella Grande Guerra fino, all’entrata dei
Finanzieri in Trieste il 10 novembre 1918, cui seguì, di lì a poco, la costituzione della prima “flottiglia costiera” dell’allora Regno d’Italia, che rappresenta il primo esempio di Corpo di Polizia marittima, compito oggiaffidato, in via esclusiva, alla componente navale della Guardia di Finanza, anche a tutela della frontiera marittima europea.

Durante l’inaugurazione, che si svolgerà alla presenza del Comandante Interregionale dell’Italia Nord Orientale Guardia di Finanza, Gen. C.A. Bruno Buratti e delle più alte Autorità civili e militari, sarà inoltre presentato il volume: “Si conierà…nel bronzo nemico! Breve storia del cippo di Redipuglia a ricordo delle Fiamme Gialle cadute nella Grande Guerra”, edito Comitato di Studi Storici del Museo Storico della Guardia di Finanza.


La mostra è aperta ai visitatori secondo il seguente orario:
martedì – venerdì: 9,00 – 13,00; 15- 18;
sabato, domenica e festivi: 10 – 18;
lunedì chiuso.

Condividi il nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *